Pozzolengo ATTINGIMENTI CULTURALI

POZZOLENGO.

Attingimenti culturali per la rigenerazione del paesaggio e del tessuto urbano con progetti pilota di riuso temporaneo per il periodo 2016- 2019. 

Pozzolengo si presenta come un borgo di provincia di circa 3.500 abitanti, adagiato sulle colline moreniche che affiancano il monte Fluno. Qui si erge il Castello medievale fortificato su una mansio romana e poi presidio contro le invasioni per il controllo dei preziosi e fertili terreni a sud del Lago di Garda. Pozzolengo manifesta fin dal primo sguardo le sue eredità e il suo forte legame con il patrimonio naturale e paesaggistico. Un luogo dove importanti battaglie hanno portato all’unità nazionale, un territorio dove le tracce della centuriazione romana son visibili nella tradizione viticola de la Lugana (vino DOC) o agronomica nella recente coltura dello zafferano.

Quale approccio progettuale e di vision per ridefinire delle strategie per la rivitalizzazione degli spazi in abbandono e sottoutilizzati del centro storico di Pozzolengo, e più in generale per la ridefinizione di un sistema di relazioni tra i beni storici, i paesaggi dei vigneti e delle colture agricole e la città contemporanea?

Come l’eredità del passato può divenire dispositivo per la riqualificazione della città diffusa? E’ possibile riconnettere il borgo di Pozzolengo con la costa del Lago e la stazione ferroviaria con nuovi mezzi di mobilità dolce ed ecologica? Quali programmi culturali, quali infrastrutture e dispositivi potrebbero rafforzare e cucire il borgo storico con la città lineare lungo il Garda?

Quali sono le conseguenze di un turismo imprevisto ed incontrollato da sistemi di accoglienza? Come valorizzare e connettere il ricco sistema di vigneti e campi agricoli con l’economia del turismo di beni storici?

progetto e infografica Temporiuso | photo courtesy: Floriana Onidi, Filippo Romano

Cerca